Pitagora

pitagoraPiano formativo “PITAGORA”, Progetto Integrato Territoriale di Aggiornamento per la Governance, l’ORganizzazione e l’Amministrazione della CGIL Campania

Soggetto presentatore e attuatore: Associazione Smile Campania

Soggetti beneficiari::

  • CGIL Campania
  • Camera del Lavoro Metropolitana di Napoli
  • Camera del Lavoro Territoriale di Avellino
  • Camera del Lavoro Territoriale di Benevento
  • Camera del Lavoro Territoriale di Caserta
  • Camera del Lavoro Territoriale di Salerno
  • Sindacato Pensionati Italiani Cgil Campania
  • Sindacato Pensionati Italiani Cgil Salerno
  • Filcams Cgil Salerno
  • Fillea Cgil Salerno
  • Funzione Pubblica Cgil Napoli
Fondo che finanzia il piano formativo: Fon.Coop (a valere sulle risorse del Fondo di Rotazione - Avviso n. 14/2010 del 01 Dicembre 2010)

 

Il piano formativo

 

La formazione è un tema cruciale per lo sviluppo della CGIL, per il suo rinnovamento e per affrontare le impegnative sfide che le trasformazioni della società pongono al sindacato di oggi.

La Cgil ha bisogno di produrre una propria cultura del lavoro, e la formazione, nelle sua diverse articolazioni, sia tecniche che politiche, può avere un ruolo fondamentale per passare da una situazione in cui si viene aggrediti dai problemi ad una che li individui e che li affronti.

Occorre però lavorare per realizzare una formazione che sviluppi motivazione e competenze, che accompagni ad un percorso di responsabilità, autonomia, capacità critica e progettuale, e che inoltre offra strumenti per affrontare la complessità educando alla relazione, alla cooperazione, alla comunicazione e all’ascolto.

La Cgil, come insieme di strutture autonome, sta collocando la riforma amministrativa dell’organizzazione in un alveo in cui l’autonomia delle singole strutture è accompagnata dalla normalizzazione e standardizzazione delle procedure amministrative. Questa scelta consente la confrontabilità ed il controllo consentendo all’organizzazione il passaggio da una cultura di “gestione delle risorse” a una cultura di “governo delle risorse”, che rilancia competenze e professionalità delle figure amministrative.

Per rispondere a questa sfida ambiziosa e attrezzare al meglio l’organizzazione ad una  gestione orientata all’efficienza ed al risultato, si è deciso di avviare, nell’ambito delle attività formative  di aggiornamento rivolte al personale delle varie  strutture della CGIL Campania, un apposito percorso  di formazione rivolto agli operatori degli uffici amministrativi confederali e di categoria.

 

Obiettivi dell’attività formativa

 

Il piano formativo si propone si conseguire i seguenti obiettivi:

varare un modello organizzativo capace di valorizzare le componenti informali presenti nell’organizzazione, inserite all’interno di un sistema di regole di funzionamento certo e condiviso;

  • introdurre un sistema lavoro tale da migliorare complessivamente le performances organizzative e gestionali della Confederazione e delle strutture di categoria;
  • migliorare l’efficienza organizzativa attraverso un ridisegno dei ruoli e delle funzioni attualmente svolte;
  • incrementare l’efficacia delle prestazioni erogate mediante lo studio dei processi di lavoro intervenendo con azioni di miglioramento sulla qualità del compito e della mansione;
  • sviluppare sistemi operativi efficaci ed efficienti per assicurare risultati alla gestione tecnico-economica.

 

La struttura progettuale

 

Il piano formativo è articolato in attività formative e non formative.

  • Attività non formative
  • Analisi dei fabbisogni formativi
  • Produzione dei materiali didattici
  • Promozione e pubblicizzazione
  • Monitoraggio e valutazione
  • Diffusione dei risultati

 

Attività formativa

 

L’attività formativa mira ad aggiornare le competenze di 25 dipendenti della CGIL Campania che operano negli Uffici Amministrativi.

Il processo di apprendimento si sviluppa in un arco temporale di 4 mesi ed è articolato in moduli didattici della durata complessiva di 40 ore (attività d’aula, seminario e project work finale).

 

Patto formativo (1 ora)

 

prof. Paolo Giugliano, Presidente Ires Campania Formazione & Ricerca

 

Il modulo si propone di presentare e chiarire ai formandi finalità, obiettivi e contenuti dell’azione formativa, in modo da favorire il loro attivo coinvolgimento nella costruzione del percorso. Solo in questo modo, infatti, la formazione può essere efficace e trasformare i formandi da “semplici partecipanti” in “attori della formazione” capaci di sviluppare delle “competenze”.


Analisi del contesto organizzativo (5 ore)


dott.ssa Stefania Mele, Consulente di organizzazione aziendale

Il modulo si propone di fornire le conoscenze e le capacità di analisi necessarie alla comprensione dei contesti e dei fenomeni organizzativi, con particolare riferimento ai criteri di progettazione organizzativa, a livello macro e micro strutturale ed alle dinamiche del cambiamento. L’obiettivo è quello di analizzare i processi di cambiamento, evoluzione e sviluppo delle organizzazioni, nonché capire l’innovazione e l’apprendimento organizzativo.

 

Norme, Legislazioni, Regolamento (18 ore)

dott.ssa Laura Di Martino, Amministratrice CgilL Nazionale

prof. Adolfo Braga, Direttore Istituto Superiore di Formazione Cgil

dott. Luigi Nardullo, Consulente di direzione aziendale

 

Il modulo si propone di fornire gli strumenti operativi necessari per operare all’interno della propria organizzazione secondo adeguati standard di efficacia ed efficienza. Saranno oggetto di approfondimento alcuni concetti propedeutici all’implementazione del nuovo “Regolamento Amministrativo CGIL”, all’interno del quale viene dedicato ampio spazio a criteri di tipo aziendalistico con la finalità di garantire il raggiungimento degli scopi dell’organizzazione sia nel breve che nel medio periodo.

 

Conoscere e condividere le dinamiche organizzative e del lavoro (8 ore)


dott. Ernesto Borga, Funzionario Ispettivo INPS

 

Il modulo si propone di fornire le conoscenze nonchè le capacità operative necessarie per comprendere, gestire e controllare i processi legati alla gestione dei rapporti di lavoro, dall’individuazione dei fabbisogni interni, all’instaurazione/trasformazione/cessazione dei contratti instaurati con i collaboratori ed i dipendenti, all’elaborazione delle retribuzioni  e degli altri adempimenti ad essa connessi. 

 

La Comunità Professionale (4 ore)


dott. Claudio Luongo, Consulente in direzione e formazione manageriale

Vincenzo Esposito, Ricercatore Ires Campania

 

Il modulo si pone come obiettivo la presentazione dei concetti base per la costituzione di una comunità professionale del personale addetto ai servizi amministrativi che operano all’interno dell’organizzazione Cgil.

In dettaglio, l’attività formativa si propone di fornire i “saperi”, il “saper fare” e il “saper essere” nell’ambito di un’organizzazione quale è la CGIL, al fine di essere in grado di affrontare la complessità in modo critico e consapevole attraverso la costruzione di una rete relazionale basata sulla cooperazione, la comunicazione e l’ascolto.


Provare per credere (4 ore)


dott. Luigi Nardullo - Consulente di direzione aziendale

 

Il modulo prevede la realizzazione di un project-work. L’obiettivo è quello di fare in modo che i formandi possano approfondire, rinforzare e personalizzare i contenuti formativi trasferiti con l’attività formativa; ancorare le competenze e i saperi al reale contesto operativo di lavoro; organizzare un ritorno “consulenziale” alto, producendo progetti di miglioramento, idee nuove e concreti piani di lavoro.

Libri Pubblicati

FadeGallery - Free Version

Cerca nel sito

Incontri

Fut Rem

Chi è online

 27 visitatori online