Un bilancio e un saluto. Commenti

Ho ricevuto alcuni commenti via mail e via WA perchè i "commenti" come funzione a piè di pagina non funziona...

 

per ringraziare le persone che hanno pensato comunque di inviare una loro partecipazione ho deciso di pubblicarli. Questa pagina resta quindi in aggiornamento...

 

Carissimo Giovanni, 

ti ringrazio per le belle parole che hai dedicato a tutti i compagni e le compagne incontrati durante i tuoi anni di militanza a difesa dei lavoratori, dei loro diritti, della loro dignità lavorativa e della dignità del loro vivere. La tua principale caratteristica intellettuale è sempre stata quella della ragione, del buonsenso, della forza delle idee e della storia. Antonio Gramsci diceva che la storia insegna ma non ha scolari. Bene, tu sei stato, e sei, l'eccezione a questa regola e hai dimostrato, nella teoria e nella prassi, quanto la storia possa dare forza alle idee e  quanto la storia determini le nostre scommesse dell'agire. La tua principale caratteristica operativa è stata quella della coerenza e della determinazione, armi invincibili per chiunque abbia a cuore i valori di giustizia, libertà, eguaglianza e democrazia. Valori tutti e indistintamente oggi vilipesi.

Grazie Giovanni per il tuo impegno, la tua coerenza, la tua lucidità e per il tuo coraggio. Condividere una parte del tuo cammino è stato un onore, un piacere e una fonte inesauribile di stimoli di lavoro.

Sono certo che il nostro impegno comune a difesa della coerenza dell'umano in questi temi distopici ci vedrà ancora insieme per combattere le prossime battaglie di libertà.

Un forte abbraccio

Stefano Dumontet, docente Università degli Studi Parthenope di Napoli

 

 

Bellissima lettera di addio!

La fine di un percorso di vita e l’inizio di un altro. Passata la fase emotiva di un distacco, che comunque resta traumatico per tutti, vedrai che rileggerai la tua vita in altro modo con approfondimenti, selezione di avvenimenti e rapporti personali e di lavoro completamente nuovi. 

Ne parliamo tra un anno. Ora goditi questo momento.

Un grande abbraccio

Luigi Gigino Allocati, già Segretario della Camera del Lavoro di Napoli

 

 

Molto interessante sia per il contenuto che per lo stile!

Un caro saluto anche da parte mia.

Marcelle Padovani, giornalista, Nouvel Observateur

 

 

Carissimo Gianni,

dopo tanto lavoro è arrivato il giorno della pensione. Io ho alcuni ricordi del tempo che hai speso dove ci sono anch'io. E' stato bello riflettere, ragionare, condividere con te. Ma non credo sia finita qui.

Questa è un'altra delle convenzioni sociali che scandiscono la nostra vita in tappe. Ma sono tappe fittizie, perchè io ne sono certa, tu sarai sempre presente e darai il tuo significativo contributo alla vita pubblica.

Ti auguro ogni bene e a presto! Un grande abbraccio

Paola De Vivo, docente Università degli Studi di Napoli "Federico II"

 

 

Carissimo,

ho letto con emozione e commozione le tue parole di commiato che sono ricchissime di profondi sentimenti umani e politici. Essi hanno segnato i tuoi impegni sindacali, in realtà tutta la tua vita, alla luce di grandi e straordinari valori.

Vita che mi auguro possa senza fine continuare nella fedeltà ai comuni ideali di sinistra e per il socialismo.

Un forte caldo abbraccio

Guido De Martino, socialista, già Deputato e Senatore della Repubblica

 

 

 

Sei grande Gianni.

Buona fine e buon inizio di una nuova vita.

Emma Suaria, Osservatorio di Economia e Finanze di Bari

 

 

Caro Giovanni,

ho letto con attenzione il saluto che hai lasciato, e chi come me ha potuto vantarsi di essere tuo amico e che conosce bene la tua generosità, non mi hanno sorpreso le tue parole che hai dedicato a chi ha avuto il piacere di aver lavorato con te in questi anni, io spero che questo cammino possa proseguire perchè c'è ancora bisogno del tuo impegno e della tua intelligenza, in fondo come me si riparte con nuovi e stimolanti impegni e vedrai che con molti dei tuoi amici ci rincontreremo e sapremo proseguire le nostre battaglie per una società migliore di questa.

Franco Nardi, Casa del Popolo di Ponticelli

 

 

Grazie per avermi citato.

La tua è una bella storia di impegno e di ricerca.

Buon tutto

Franco Garufi, già Segretario generale Camera del lavoro di Catania e Dipartimento Mezzogiorno Cgil Nazionale

 

 

Hai fatto una cosa da grande compagno che ha veramente amato la Cgil.

Oggi io ti auguro che possa goderti la tua vita

Giuseppe Peppe Scarano

Cerca nel sito

Incontri

Fut Rem

 

.

 

Chi è online

 38 visitatori online