Report di Ricerca

Mutamenti economici nelle regioni del Mezzogiorno

Mutamenti economici nelle regioni del Mezzogiorno e trasformazioni demografiche delle aree interne, Febbraio 2001.

Ripercorrendo alcuni aspetti del dibattito recente sulla questione meridionale, può essere opportuno, nell’analizzare i rapporti tra le strutture economiche del Centro-Nord e del Sud nel nostro Paese, interrogarsi sul modello interpretativo che risulta compatibile con la struttura delle interdipendenze regionali attualmente esistenti in Italia. Lo schema teorico basato sulla dipendenza macroeconomica del Mezzogiorno, sembra essere ancora valido, anche se, in virtù di studi più recenti, è stato arricchito delle analisi relative ai flussi finanziari interregionali, e dei meccanismi di funzionamento dei moltiplicatori interregionali della spesa.

scarica il file

Indagine sulle strutture produttive dell’area Tess

Rapporto finale sull'elaborazione dei questionari

L’indagine sulle strutture produttive dei diciotto comuni appartenenti all’area Tess ha rappresentato una delle fasi operative volta ad ottenere un quadro interpretativo inerente lo stato di salute delle imprese, la capacità di queste ultime di creare indotto sul territorio ed in particolare la loro propensione all’occupabilità.
L’indagine è stata caratterizzata da una prima fase di campionamento di centosessanta aziende su un totale di circa settecento nominativi, derivati da un database messo a disposizione dalla Camera di
Commercio di Napoli.
Per conoscere a fondo il substrato socio-economico del territorio dell’area Tess, è stata condotta un’analisi esplorativa, facendo riferimento ai dati dei Censimenti ISTAT 1991, 1996 e 2001, dalla quale è emerso che l’impresa-tipo di tale territorio è un’impresa che impiega un massimo di 10 addetti, prevalentemente a conduzione familiare, operante nel settore del commercio.

scarica il file

Le parole dei desideri e i numeri della realtà

Le parole dei desideri e i numeri della realtà. Analisi dei risultati delle elezioni del 2001. Pubblicato su Mezzogiorno Europa Anno II n. 3, maggio-giugno 2001.

Progetto Daphne

Promozione della partecipazione femminile al mercato del lavoro

Il Progetto Daphne, misura 3.14 dell'Asse III del P.O.R. Campania 2000-2006, "Promozione della partecipazione femminile al mercato del lavoro", è promosso da: Cna New Service Srl, Consorzio Eurisko, Ebac Campania, Erfes Campania, Ires Campania, Pianeta Terra, Uil Campania, Università degli Studi Suor Orsola Benincasa, e intende promuovere la partecipazione femminile al mercato del lavoro e contrastare i fenomeni di discriminazione attraverso interventi che favoriscono l'occupabilità delle donne.

Il territorio di riferimento è quello dell'Ambito C1.

Le donne che hanno bisogno e necessitano di informazioni utili per la realizzazione della propria idea imprenditoriale possono ricevere consulenza gratuita presso lo Sportello Daphne. I nostri consulenti informeranno delle leggi di finanziamento nazionali e regionali più indicate per la realizzazione del proprio progetto d’impresa, informeranno su come redigere un business plan e su come procedere all’avvio delle attività.

Nell’ambito del partenariato, anche la Uil Campania svolge attività di laboratorio/sportello, fornendo informazioni puntuali sul mercato del lavoro, attraverso la divulgazione di strumenti di conoscenza e materiali (leggi, dispense informative, notizie su procedure amministrative ecc.), in particolar modo nel settore dei Beni Culturali e dell’Artigianato.

L’obiettivo principale è di individuare opportunità per le donne e di sostenere loro nell’orientamento alla crescita formativa e alle scelte, sia nel campo del lavoro dipendente che in quello autonomo.

lo Sportello/Laboratorio Daphne, è attivo presso la Cna di Caserta.

Libri Pubblicati

FadeGallery - Free Version

Cerca nel sito

Incontri

Fut Rem

Chi è online

 93 visitatori online